Come funzionano i segni e i simboli dell’orienteering

Se sei un principiante dell’orienteering, potresti essere confuso riguardo ai segni e simboli dell’orienteering . Ai fini di questo articolo, forniremo un’introduzione all’utilizzo di segni e simboli di orienteering, nonché ai vari tipi di mappe di orienteering. In aggiunta a questo, discuteremo il significato delle descrizioni dei controlli di orientamento e delle scale delle mappe. Per aiutarti a capire questi simboli, ecco alcuni esempi:

Simboli della mappa di orienteering

segni e simboli di orientamento
segni e simboli di orientamento

Le mappe di orienteering spesso includono una serie di simboli diversi che rappresentano i vari elementi che possono aiutarti a orientarti. A differenza di una mappa tradizionale , le mappe di orientamento contengono simboli per ogni tipo di controllo. Questi simboli sono simili alle descrizioni dei controlli ma differiscono leggermente. In alcuni casi, questi simboli vengono utilizzati come guida per individuare i singoli flag di controllo. Se non hai dimestichezza con i simboli della mappa di orientamento, un tasto mappa sarà utile durante l’orientamento.

I simboli della mappa di orienteering variano a seconda dell’area in cui intendi orientarti. La distanza tra il vero nord e il nord magnetico è di circa 250 metri. Questa distanza è tipica per una mappa in scala 1:10.000. I simboli delle mappe di orienteering sono spesso realizzati pensando al nord magnetico, poiché l’angolo tra il nord vero e quello magnetico è diverso in diverse parti del mondo. Per facilitare la navigazione, le linee di riferimento sono posizionate sulle mappe per semplificare l’uso di una bussola.

I simboli della mappa di orienteering sono importanti per aiutarti a orientarti durante la gara. I simboli vengono utilizzati per indicare l’esatta posizione dei controlli e sono essenziali per una navigazione accurata. I simboli delle mappe di orienteering sono in genere basati sullo standard delle mappe ISOM 2017-2 e sugli standard delle mappe di orientamento della scuola BoF. I simboli della mappa ISOM 2017-2 sono utilizzati per le normali mappe di orientamento, mentre quelli per lo sprint orienteering utilizzano il simbolo dello sprint ISSproM 2019.

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Standard di mappa ISOM 2017-2

Elenco dei segni e simboli comuni dell’orienteering

  • Freccia con punta rossa: questa freccia indica un controllo o una direzione.
  • Freccia con punta nera: questa freccia indica una direzione.
  • Intersezione a T: questo segno indica che due sentieri si incontrano. Bisogna scegliere quale sentiero prendere, in quanto non c’è nessun sentiero che continui dritto.
  • Freccia direzionale + punta di freccia: questo segno indica la direzione di un percorso senza fare riferimento a un controllo specifico. Viene utilizzato su sentieri e strade, non nei siti di controllo.
  • Cerchio con una freccia: questo segno indica che la strada è chiusa, cioè mostra la direzione in cui non si può andare. Viene utilizzato ad esempio su una proprietà privata, dove non si può entrare senza il permesso del proprietario.
  • Intersezione a L: questo segno indica che diversi sentieri si incontrano e si deve scegliere tra più direzioni quale percorso prendere.
  • Triangolo direzionale con freccia + punta di freccia: questo segno indica che esiste un percorso alternativo ma si riferisce a un sito di controllo specifico (ovvero, non esiste un posto specifico in cui andare). Viene utilizzato, ad esempio, quando il percorso cambia a causa dell’acqua in un fiume o di una frana che blocca il percorso originale, ma attorno ad esso sono presenti sentieri laterali che portano a controlli diversi all’interno di un percorso.

L’uso dei simboli viola e neri della mappa di orientamento è un modo comune per indicare il tuo corso di orientamento. Servono anche come un modo per designare aree che sono fuori dai limiti. Alcuni orientisti usano anche simboli viola e neri per designare le correzioni della mappa. Questa può essere una sfida divertente, poiché devi assicurarti di non violare una restrizione della mappa.

Le mappe di orienteering includono una legenda che spiega il significato dei diversi simboli. Le mappe di orienteering sono in genere in scala 1:10.000, che è cinque volte più grande di una mappa OS standard. È importante imparare i vari colori e simboli sulle mappe di orientamento. Ad esempio, lo spazio bianco indica la foresta percorribile, mentre il nero indica le caratteristiche artificiali. Altri colori sono usati per mostrare morfologie e giochi d’acqua.

Le mappe di orienteering vengono create utilizzando la prospettiva di un deambulatore e sono quindi su larga scala. Presentano molti più dettagli rispetto a una mappa topografica, che in genere è in scala 1:50.000 o 1:25.000. La scala è importante perché l’orienteering utilizza una scala che facilita il riconoscimento delle caratteristiche dei punti. Tuttavia, se stai utilizzando una mappa per un campionato lungo, potresti prendere in considerazione una scala più piccola.

Le mappe di orienteering utilizzano gli stessi simboli standard delle mappe stradali, ma sono state modificate per renderle più leggibili. Ad esempio, se hai intenzione di arrampicarti su un oggetto elevato, ti consigliamo di posizionare un palo dove l’ombra interseca l’oggetto. In questo modo, la tua mappa sarà più facile da leggere. Inoltre, se un’area è off-limits, dovrebbero essere rappresentati solo gli edifici importanti. Allo stesso modo, se un edificio racchiude completamente l’oggetto, dovrebbe essere mappato come parte di esso.

Descrizioni del controllo di orientamento

I corsi di orienteering utilizzano spesso i simboli della mappa, ma non tutti hanno simboli della mappa. In alcuni casi, la mappa non è etichettata con il numero di controllo. È importante leggere attentamente le descrizioni dei controlli per assicurarsi di essere nel posto giusto. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a ottenere il massimo dal tuo corso. Inizia comprendendo i simboli della mappa. Una volta che sai cosa significano questi simboli, puoi leggere e interpretare i controlli della mappa.

Innanzitutto, dovresti capire come vengono disegnate le mappe di orientamento. In genere, sono in scala 1:10.000, cinque volte più grandi della mappa del sistema operativo media. Poiché sono così dettagliati, è necessario capire i loro diversi colori. Ad esempio, lo spazio bianco rappresenta la foresta eseguibile, mentre il nero viene utilizzato per le funzionalità create dall’uomo. Il marrone e il blu sono usati per identificare le caratteristiche dell’acqua e le morfologie.

Un altro aspetto importante delle mappe di orientamento è l’uso dei simboli di descrizione dei controlli. L’IOF ha sviluppato simboli di descrizione del controllo per fornire un mezzo di descrizione uniforme per i concorrenti in diversi paesi. Questi simboli hanno anche lo scopo di eliminare la confusione basata sulla lingua. Danno anche maggiore precisione a una mappa indicando la posizione della bandiera di controllo. Se utilizzati correttamente, aiutano i concorrenti a visualizzare i siti di controllo. Inoltre, le mappe IOF sono più facili da leggere e comprendere, quindi l’uso dei simboli delle mappe è una chiave per l’orientamento.

segni e simboli di orientamento
segni e simboli di orientamento

A parte le mappe, l’orienteering utilizza indicatori di punti di controllo per indicare dove devono andare i concorrenti. Questi sono chiamati punti di controllo e sono usati in molti sport, compreso l’orienteering. Un punto di controllo dell’orienteering è segnato su una mappa, da un segno o dal terreno. Un punto di controllo ha tre componenti: un elemento ad alta visibilità, un identificatore e un meccanismo di registrazione. I controlli di orientamento sono temporanei e non permanenti.

Le mappe di orienteering presentano una varietà di pali in legno e cartelli in legno. Un percorso permanente avrà molte aree di controllo contrassegnate sulla mappa. Oltre alla segnaletica, la mappa avrà anche delle linee che indicano quali controlli devono essere raggiunti in ordine. Queste linee non devono essere percorse, ma aiuteranno gli orientatori a determinare l’ordine in cui devono essere raggiunti i controlli. Tuttavia, è una buona idea praticare regolarmente corsi di orientamento.

Le mappe di orienteering possono creare confusione. Una chiave simbolo mappa completa può aiutarti a trovare la giusta direzione. Le mappe di orienteering presentano anche linee blu del nord magnetico. Queste linee dovrebbero andare nella stessa direzione dell’ago della bussola. Per iniziare l’orienteering, posiziona il pollice sulla mappa in un punto particolare. Assicurati di controllare il pollice mentre ti muovi. Agli incroci, assicurati che il pollice rimanga sul posto.

Scale cartografiche di orienteering

Le mappe di orienteering non si basano su una scala di mappe standard e possono variare notevolmente a seconda del terreno. L’USGS produce mappe, che vengono utilizzate dagli orientisti. Le scale inferiori di O’maps forniscono maggiori dettagli rispetto a Topos, ma spesso presentano simboli che non vengono utilizzati su Topos. Ad esempio, ISOM #418 e #419 raffigurano rispettivamente alberi decidui e conifere. Sebbene tali dettagli possano sembrare ridondanti per un orientista, è importante tenere presente che in inverno potresti voler evitare di camminare o di utilizzare un sentiero di montagna.

Le mappe di orienteering contengono anche una varietà di icone e linee topografiche per indicare la vegetazione e il terreno. I colori sono spesso usati per indicare la presenza o l’assenza di punti di riferimento. Il giallo e l’arancione rappresentano la terra aperta e il verde rappresenta le aree con scarsa visibilità. Le mappe di Orienteering sono anche più dettagliate delle mappe OS standard. La densità di ogni colore riflette anche quanto è chiaro il terreno. Il colore chiaro indica la foresta percorribile, mentre i colori scuri sono la terra aperta e ruvida.

Le scale delle mappe di orienteering sono spesso basate sullo standard internazionale per le mappe di orienteering. Le mappe in scala 1:24.000 sono spesso molto dettagliate, con dettagli più fini rispetto alle mappe topografiche. Ad esempio, un pollice su una mappa 1:24.000 equivale a 2.000 piedi nella vita reale. Al contrario, una mappa 1:10k, sebbene visivamente identica a 1:15k, è progettata per i concorrenti più anziani che potrebbero non richiedere una mappa di grandi dimensioni. Le mappe Sprint sono talvolta realizzate con una scala di 1:4000 o 1:5.000, ma utilizzano un set di simboli diverso.

segni e simboli di orientamento
segni e simboli di orientamento

Ci sono molte diverse scale di mappe di orienteering. Sebbene la maggior parte di essi sia abbastanza standard, ci sono delle eccezioni. Le mappe di orienteering sono generalmente 1:15.000 o 1:10.000 e la maggior parte delle bussole è dotata di un righello che misura la distanza in centimetri o millimetri. Indipendentemente dalla scala, è importante tenere presente che ognuno è progettato per un uso diverso.

La distanza tra il nord magnetico e il sud magnetico è un malinteso comune. Le mappe con una linea del nord magnetico sono spesso più precise e più facili da leggere. Posizionando la bussola lungo la parte superiore della mappa, un orientatore può orientarsi rapidamente e con precisione verso il nord magnetico. Questo metodo è particolarmente utile quando la distanza tra due punti è abbastanza grande. La distanza tra la linea del nord e la linea del nord magnetico sulla mappa è in genere di 250 metri.

Alcune scale delle mappe di orientamento sono più alte di altre. Alcuni sono molto più alti di altri. Alcune mappe hanno scale che sono più del doppio delle dimensioni di una mappa topografica standard. Le scale della mappa di orienteering variano a seconda del terreno. La scala di una carta di orientamento è importante per la precisione della navigazione. Per garantire la precisione, utilizzare una scala con più di un’unità metrica.

it.aeorienteering.com è supportato dal lettore. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

Dustin Johns

Amo l'orienteering e l'escursionismo. La cosa più bella è che si tratta di uno sport adatto a chiunque, di qualsiasi età o capacità. L'ho imparato da giovane e da allora lo pratico spesso.

Mi piace la sensazione della terra e la libertà che si prova quando si è parte della natura. Amo il modo in cui tutto appare così diverso e spettacolare con gli occhi spalancati in un luogo sconosciuto sotto il sole splendente. Mi piace spingermi a esplorare nuovi luoghi e a scoprire i miei limiti, oltre che a vincere nuove sfide. Mi piace fare lunghe passeggiate e interagire con la gente del posto nei piccoli villaggi.